Migliora l’inglese con le canzoni dei QUEEN

 

Sono convinta che la musica aiuti ad assimilare nuove strutture linguistiche ed ampliare il lessico.

Quando ho saputo di Bohemian Rhapsody, con Rami Malek, il film che racconta la storia dei Queen, non ho potuto resistere e ho deciso di aggiungere una lista delle loro canzoni.

I Queen sono famosi per la loro poliedricità e sperimentazione stilistica, le loro canzoni esplorano tutti i tipi di rock, dall’hard al glam, passando dalla rock opera al progressive. Le loro performance live, una su tutte il Live Aid al Wembley Stadium nel 1985, sono tra gli eventi live più ricordati e iconici della storia della musica. Dai un’occhiata più in basso per il video e altre informazioni!

I testi dei Queen sono fantastici anche per imparare l’inglese. Molte delle loro hit sono chiare e ripetitive con titoli che restano impressi nella mente, non è un caso che le loro canzoni siano usate nelle pubblicità e per eventi sportivi o show televisivi. We Are the Champions o We Will Rock You sono solo due dei loro inni conosciuti in tutto il mondo.

Ma i Queen sono molto più delle loro canzoni: come un camaleonte, hanno cambiato pelle durante la loro lunga carriera, rilasciando concept albums o scrivendo colonne sonore di film sempre con intelligenza e stile.

Vi presenterò 10 migliori canzoni dei Queen per aiutare gli studenti a farsi entrare in testa alcuni elementi linguistici della lingua inglese. It’s a Miracle!

Bicycle Race– Present Simple

La prima hit della selezione ha un testo semplice, montato su una struttura di accordi complessi, pieno di frasi al Present Simple, che esprimono il desiderio di Freddie di farsi una pedalata: “I want to ride my bicycle”. Estratta dall’album Jazz del 1978, è ricca di riferimenti alla cultura di quegli anni, come il Vietnam, Star Wars e lo scandalo Watergate. Tra l’altro, Brian May ha confermato che Freddie odiava andare in bicicletta!

I’m Going Slightly Mad– Present Continuous

Uno degli ultimi titoli rilasciati prima della tragica scomparsa di Freddie nel 1991. La canzone parla del declino mentale che il frontman stava subendo a causa dell’avanzamento dell’AIDS. Nonostante il tema serio del testo, il video musicale dà alla canzone un tono bizzarro, umoristico e leggero. È anche un esempio perfetto per capire il Present Continuous quando si tratta di cambiamenti!

Don’t Stop Me Now– Imperatives 

Per molti fan, questa è una delle canzoni più belle della band. Un’altra traccia estratta dall’album Jazz, ha un ritmo ispirato che ti entra nel sangue e ti contagia con la stessa energia di chi si sta divertendo davvero e non vuole fermarsi! Il titolo, ripetuto in tutta la canzone è un esempio perfetto di imperativo al Present Simple: “Don’t stop me!”, cioè non fermarmi. Molti pensano che la canzone sia un esempio della promiscuità di Mercury e del suo senso dell’umorismo. Il testo è molto ricco e fa trasparire il senso di essere “out of control”, cioè fuori controllo.

We Will Rock You– present/future promises

Quando pensiamo ai Queen, spesso li ricordiamo per questa canzone mentre un iconico Freddie Mercury incita la folla a cantare con lui. La canzone è cantata praticamente a cappella ed è un esempio da manuale dell’uso di “will” per fare una promessa: i Queen ci promettono noi vi culleremo (sintetizzando il duplice significato del verbo “to rock”, scuotere/cullare, con il nome rock, che identifica il genere musicale) usato per dare un senso di presente/futuro. Questa canzone è tra i momenti memorabili del grandioso concerto di beneficienza Live Aid del 1985 al Wembley Stadium. Troverai We Will Rock You al minuto 16.03 del video qui sotto, ma non azzardarti a saltare il resto! Ecco a te:

Somebody to Love– indefinite pronouns some-, any-, no- and every-

Una ballata rock con elementi gospel e armonie vocali complesse. È una tra le preferite dei fan. Il singolo è estratto dall’album A Day at the Races del 1976 e si interroga del ruolo di Dio in una vita senza amore. Inoltre mostra molto bene l’uso dei pronomi indefiniti in inglese. La canzone include l’uso ripetitivo di somebodynobody ed everybody (rispettivamente qualcuno, nessuno e ciascuno) impossibile da ignorare quando Freddie chiede Can anybody find me somebody to love?

The Show Must Go On– must for present obligation

In  questa canzone si trova le differenze tra MUSTt e HAVE TO. La canzone ha alcune somiglianze con I’m Going Slightly Mad e sono tratte entrambe dall’album Innuendo del 1991, prodotto in un momento difficile per la band. Freddie era così debole e malato che Brian May gli chiese se ce l’avrebbe fatta a cantare la canzone. Freddie bevve uno shot di vodka e disse “I’ll fucking do it, darling!”, e lo fece.

We Are The Champions– mixed tenses

Un’altra tra le canzoni più famose dei Queen. Apparsa nell’album News of the World è usata negli eventi sportive e nelle celebrazioni in tutto il mondo. Dimostra anche la fantastica varietà di tempi dell’inglese. All’inizio la canzone Freddie usa Present Perfect e Past Simple per descrivere eventi avvenuti nel passato o durati fino ad ora, ma passa al presente e al futuro con will per descrivere cosa avverrà. È anche abbastanza facile da imparare, rimane in testa ed è perfetta per ascoltare i tempi dell’inglese senza fare troppa confusione.

Have a good listening!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.